Diventare papà è l’evento più emozionante che può arrivare nella vita di un uomo. L’arrivo di un bebè cambierà però radicalmente la propria vita e quella di coppia ed è importante approcciare ad ogni cambiamento con la massima serenità per non incorrere in momenti di tensione e nervosismo. I ritmi della giornata saranno sicuramente più frenetici così come gli impegni quotidiani si decuplicheranno. Di conseguenza si avrà meno tempo libero a disposizione per se stessi con il forte rischio di veder diminuire la possibilità di frequentare gli amici. Nell’articolo andremo a vedere come cercare di gestire al meglio questo aspetto.

Diventare papà, come gestire il proprio tempo

L’arrivo di un figlio nella propria vita cambierà radicalmente l’approccio alla stessa di un papà e di una mamma. Le abitudini che si avevano precedentemente alla nascita del bambino subiranno un forte scossone dall’arrivo del piccolo che nel primo periodo totalizzerà la vostra attenzione e quella del vostro partner. Il rischio di vedere meno gli amici che prima erano un punto fermo della vostra quotidianità è presente ma si può essere presenti riuscendo a gestire al meglio il proprio tempo a disposizione. L’organizzazione delle giornate in tal senso sarà fondamentale per riuscire a coniugare ogni vostra necessità.

LEGGI ANCHE >>> COSA FARE NEL POST PARTO

Organizzare la giornata per avere i propri spazi

Avere una buona organizzazione della quotidianità è fondamentale per riuscire a mantenere i propri spazi ed il tempo libero. Gli impegni che riguarderanno il bebè sono molti e senza una ‘scaletta’ della giornata è difficile riuscire a trovare dei momenti da dedicare a se stessi. Se con uno studio precedente della giornata si riesce a capire quando ritagliarsi uno spazio per se, è facile anche riuscire ad organizzare un lasso di tempo da poter dedicare ai propri amici.

Non farsi prendere da frustrazione e nervosismo

L’arrivo di un neonato cambierà totalmente la vostra vita considerato il fatto che il piccolo dipenderà in tutto e per tutto dai propri genitori. L’attenzione nei suoi riguardi sarà necessaria 24 ore su 24 e non saranno rare le notti passate con poche ore di sonno per la pappa, il cambio del pannolino o pianti dovuti ad alcuni fastidi. Il rapporto con la vostra compagna potrà essere condizionato da momenti di stanchezza e nervosismo ma è importante che ciò non accompagni le vostre giornate. Lasciarsi sopraffare dalla tensione non vi aiuterà sicuramente a riuscire a ritagliare del tempo per voi stessi. Affrontare il tutto con la dovuta calma e lucidità vi permetterà di risolvere ogni problema che si presenta in un tempo più ristretto, riuscendo poi ad avere del tempo a disposizione. Lasciare che la rabbia o la tensione l’abbiano vinta su di voi non vi permetterà poi di vivere con serenità anche quei piccoli spazi che siete riusciti a ritagliarvi per gli amici o per uno vostro hobby.

LEGGI ANCHE >>> CAMBIO DEL PANNOLINO, LA GUIDA

Confronto continuo con il partner

Per affrontare al meglio ogni cambiamento della vostra vita, di coppia e personale, è sempre meglio avere un confronto diretto e costante con la vostra compagna. Parlare tra di voi condividendo pensieri, paure ed opinioni, vi aiuterà a capire quelle che sono le vostre necessità. Non bisogna rischiare di arrivare ad un punto nel quale a parlare è lo scoramento o il nervosismo con la forte possibilità di sfociare in una lite. Un confronto quotidiano su quelle che sono le scelte da prendere per il bene del bambino e di voi stessi, porterà ad una maggiore serenità all’interno della casa.

Coinvolgere amicizie ed affetti

L’arrivo di un piccolo nella vostra vita darà grande gioia all’interno della casa così come la porterà a chi da sempre vi è stato vicino ed ha dimostrato di volervi bene ed esservi vicino. Coinvolgere i propri amici nella nuova vita familiare sarà sicuramente molto apprezzato. Allo stesso tempo è importante cercare di non perdere quelle che erano le abitudini passate, cercando magari di modellarle al vostro nuovo stile di vita, in modo da non perdere quelli che da sempre sono stati i vostri punti fermi.